Disponibilità sessuale femminile: come riconoscerla?

Ora che l’estate è alle porte, i maschi italiani cominceranno la loro consueta caccia in bar e pub, ma come si riconosce la disponibilità sessuale femminile? È possibile coglierne dei segni distintivi o no? Gli uomini che si vantano delle loro conquiste sono solo tronfi adoratori di se stessi o hanno un certo “know how” che apre loro le porte, e non solo quelle, al raggiungimento del loro obiettivo ultimo? In questo breve articolo vedremo cosa ha portato alla luce un recente esperimento.

La disponibilità sessuale femminile è molto difficile da riconoscere poiché essa, nella maggior parte dei casi, è sempre ben velata dietro ad impercettibili atteggiamenti e messaggi che rischiano il più delle volte di essere fraintesi. In più una caratteristica comune a molte donne è il tentativo di mascherarla dietro ad apparenti rifiuti, il classico – No ma in realtà sto dicendo di si – , che tanti uomini fa impazzire.

Ma allora questi “stalloni latini” che si vantano delle loro conquiste estive, sono tutti dei fanfaroni? L’ esperimento condotto da alcuni scienziati ha dimostrato che nella maggior parte dei casi l’uomo riesce a comprendere la reale disponibilità sessuale femminile, seppur in maniera inconsapevole. È una cosa che si radica a livello istintivo probabilmente che il subconscio è in grado di discernere nonostante i “No” ed i “Non mi va”, ma occhio però che la cantonata è sempre dietro l’angolo e a volte alle donne non va davvero.

Non vi vogliamo dunque invitare ad insistere nelle avance con questo articolo finchè la poveretta di turno non cede per disperazione, quelle sono molestie e non vanno bene. Ma è possibile comunque che con un’ attenta osservazione si riescano a coglie i segni di disponibilità sessuale femminile e quindi riuscire a concludere la serata in bellezza. Osservate gente, osservate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.